Il libro di Bondi su fede e ragione

La possibilità di un dialogo tra laici e credenti, che individui un senso della vita condiviso, un’«unica» verità etica. È il contenuto del nuovo libro del coordinatore di Forza Italia, Sandro Bondi, «Laici e credenti, una fede comune - La sfida della ragione e la cultura della vita», edito da Mondadori e presentato ieri con Stefania Craxi, Giuseppe Pisanu, con il presidente dell’associazione Magna Carta Gaetano Quagliarello, il senatore di Forza Italia Maurizio Sacconi e monsignor Rino Fisichella, rettore della Pontificia università lateranense. Un dialogo che si può intraprendere se si supera l’integralismo, sia laicista che confessionalista, sostiene nel suo libro Bondi, che porta l’attenzione sui campi dell’attualità sui quali sarebbe indispensabile un punto di incontro. Una condivisione che può avvenire se si rinuncia alla «sfida della ragione come apertura alla categoria della possibilità».