Il libro Il Circolo Canottieri Aniene entra nella storia dello sport

Sfilata di vip ieri mattina al «Canottieri Aniene» per la presentazione del libro sulla storia del Circolo, autore Gianfranco Tobia. A fare gli onori di casa il presidente dello storico sodalizio Giovanni Malagò. Fra gli intervenuti, il presidente del Coni Gianni Petrucci, il sottosegretario della presidenza del consiglio per lo sport Rocco Crimi, il presidente della Federazione nuoto Paolo Barelli, il presidente della Lazio Claudio Lotito. Numerosi anche i campioni dello sport, primo piano assoluto per Federica Pellegrini, da qualche mese tesserata con il Circolo di Malagò. La campionessa olimpica, sorridente, in piena forma, ha rassicurato tutti dopo il leggero malore avuto in vasca agli Assoluti di Genova: «Sto bene, già dopo la gara tutto era tornato a posto. Domani pomeriggio riprenderò gli allenamenti». Per lei il prossimo appuntamento importante è tra 10 giorni, agli Europei in vasca corta: «Saranno un test, l’obiettivo rimangono i Mondiali di Roma 2009, al Foro Italico». Il Circolo Canottieri Aniene, fondato nel 1892, è uno dei più antichi ed esclusivi della capitale. In bacheca non si contano le coppe vinte nel canottaggio, nel nuoto, nel tennis. Sotto la spinta di Malagò, il club ha ulteriormente potenziato il settore sportivo. Il Canottieri Aniene quest’anno è stato campione italiano di nuoto. Malagò, che presiede il comitato organizzatore dei Mondiali di Nuoto, ha preannunciato le prossime iniziative del club: «Il Circolo sarà sponsor ufficiale del team italiano alla Vuitton Cup di vela in programma a febbraio in Nuova Zelanda. A marzo inaugureremo la fontana dell’Acqua Acetosa, opera del Bernini, oggi in uno stato di degrado totale, che stiamo restaurando con i nostri fondi». In vista della Finanziaria Rocco Crimi ha detto: «Stiamo cercando di recuperare soldi per lo sport italiano. I tagli riguardano tutti i settori, ma per lo sport faremo il possibile».