Il libro Romanzo-evento alla Residenza delle Peschiere

Lo indicano come il nuovo Paolo Giordano, l’autore de «Il silenzio dei numeri primi». Chi vuole incontrare Alessandro D’Avenia, trentaduenne professore di liceo che ha pubblicato per Mondadori il romanzo «Bianca come il latte rossa come il sangue» lo troverà venerdì alle 18.30, nel Salone dei Banchi della Residenza Universitaria delle Peschiere, in via Parini 5, dove sarà il protagonista dell’evento di apertura del 2010. «Si tratta di un incontro intervista con uno scrittore emergente - spiega Sergio Rossi, direttore della residenza delle Peschiere - Ci racconterà della sua opera prima, un romanzo rivolto ai giovani e non solo che tratta dei grandi temi di sempre, la vita, l’amore, la morte. A me è piaciuto moltissimo». Il romanzo è stato definito un’opera coraggiosa, che racconta cosa succede quando nella vita di un adolescente fanno irruzione la sofferenza, la paura, la morte e prova ad offrire, con forza ed intensità qualche risposta, non definitiva ma neppure scontata. Il racconto prende le mosse da una situazione scolastica, o meglio da racconti che gli sono stati affidati e ispirati da studenti ai quali insegnava, dapprima come supplente e tirocinante, poi come professore di ruolo alle superiori.