Il libro La sua «America» fra eccessi e aforismi

Andy Warhol ebbe anche il tempo di essere scrittore. Il volume America, da poco edito da Donzelli (pagg. 98, euro 15,50), scritto nell’85, chiude la trilogia inaugurata nel ’75 con The Philosophy of Andy Warhol e proseguita con POPism nell’80. Il libro è un compendio di aforismi e illustra sia l’archetipo americano, sia la contingenza storica gli anni Ottanta, con i suoi miti effimeri e i suoi tic sociali. Da ricordare, su Warhol, la biografia di Michel Nuridsany pubblicata l’anno scorso in Italia da Lindau (Andy Warhol. La biografia, pagg. 490, euro 26). L’autore ha incontrato gli amici dell’artista e i tanti artisti che hanno fatto riferimento a lui, ha ricostruito passo per passo il suo percorso, ha ricercato immagini, suoni, gesti e parole di un’epoca vicina ma perduta, si è imbevuto dello spirito e delle atmosfere di New York, per capire chi è stato davvero l’uomo che ha cambiato l'arte contemporanea.