Licenze: interrogati i funzionari comunali

Due funzionari del Comune di Roma e due della Camera di commercio sono stati sentiti dal pm Lasperanza nell’ambito dell’inchiesta aperta allo scopo di valutare l’effettivo possesso dei requisiti di legge da parte di alcuni detentori di licenze per taxi della capitale. L’esito delle audizioni è ancora segreto. Associazione per delinquere finalizzata al falso, ma anche abuso d’ufficio, sono le ipotesi di reato sulle quali sta indagando la magistratura dopo che il mese scorso la polizia municipale sequestrò 95 licenze che sarebbero state concesse a tassisti che avrebbero omesso di dichiarare precedenti penali.