Il licenziamento arriva con un messaggio registrato

da Milano

Circa mille dipendenti della catena britannica di studi fotografici Olan Mills Photography sono stati licenziati dalla società con un messaggio registrato che i lavoratori hanno ascoltato al telefono, dopo aver ricevuto una lettera che chiedeva loro di chiamare un certo numero dopo la fine del turno. Lo scrive il tabloid britannico Daily Mirror. Nel messaggio, gli attoniti dipendenti delle circa 80 filiali britanniche della società, finita in amministrazione controllata, sono stati per giunta avvertiti che avevano 30 minuti di tempo per raccattare le loro cose e andarsene. Oltretutto, a circa 200mila clienti è stato detto che le loro foto non potevano essere consegnate perché la società era in bancarotta, e che non erano previsti neanche rimborsi.
Michelle Bright, manager dello studio di Maidstone in Kent, ha dichiarato: «È disgustoso come ci hanno trattati. Come se non fosse già abbastanza duro perdere il lavoro a dieci giorni da Natale, non hanno avuto neanche la dignità di dircelo di persona. Quelli che lavoravano con me erano in lacrime». Olan Mills, attiva dal 1981, aveva lo scorso anno debiti per quasi tre milioni di euro, ai quali si è sommata una perdita annuale di 770mila euro. Gli amministratori della Kpmg, chiamati per gestire la situazione, hanno detto che «il messaggio registrato era il modo più semplice e veloce. Stiamo vedendo se riusciamo a onorare stipendi e ordini dei clienti».
I mille licenziati della Olan Mills vanno ad aggiungersi a quelli della Thomson Holidays e della British Gas: tutti hanno ricevuto la lettera di licenziamento venerdì. In totale la Gran Bretagna ha perso 5mila occupati in un solo giorno. Per tutti si prospetta un Natale senza gioia. Il governo laborista ha creato 2,5 milioni di posti di lavoro dal ’97 ad oggi, ma negli ultimi mesi si è registrata una improvvisa e grave inversione di tendenza, mentre alcune regioni del Regno non hanno mai beneficiato della crescita. E se Gordon Brown succederà a Blair, rischierà di trovarsi una patata bollente come eredità.