«Il liceo nel pallone» vuol aiutare il Camerun

C'è chi sogna di fare grandi cose e chi rimane sveglio per realizzarle concretamente. È stato presentato ieri, presso la libreria La Feltrinelli di Genova, il libro «Il liceo nel pallone» (Edizione Lo Sprint) scritto dall'ex giocatore ligure di pallacanestro Angelo Dellarovere. I proventi del volume (in vendita a 10 euro) saranno devoluti all'associazione «Orizzonti sportivi» attraverso una raccolta fondi promossa dal «Clan Piranhas» con il fine di realizzare un campo da basket in Camerun. L'autore parla del mondo dello sport a scuola, attraverso un divertente racconto che rievoca esilaranti episodi che chiunque ha vissuto durante gli anni del liceo: la gita di classe, il compagno di banco, la ricreazione, le interrogazioni, l'ansia della pagella, i professori e il temuto preside. Protagonisti della storia un manipolo di studenti che si lanciano alla conquista del campionato scolastico nell'anno della maturità, trascinando con il loro entusiasmo l'intero liceo. Una «sonnacchiosa» scuola superiore si trasforma così in una fucina di idee e iniziative che rilanciano i ruoli di tutti i protagonisti. Un racconto imbevuto di grandi valori come lo sport e l'amicizia. Angelo Dellarovere, con un budget molto limitato e la collaborazione di un liceo scientifico con professori motivati, è riuscito a far decollare un progetto pilota di basket nella scuola superiore Lanfranconi di Genova Voltri. Grazie all'entusiasmo del «Basket Pegli» e al supporto della professoressa Donatella Tidona, nasce così il gruppo sportivo Lanfranconiboys & Girls. Fiore all'occhiello del progetto è il gruppo di cheerleaders che da oltre un anno si allena con impegno e regolarità. Questa movimentata disciplina, in voga nelle scuole americane, si sta diffondendo anche in Italia grazie alla recente nascita della Federazione Italiana Cheerleaders.
Proprio come nel romanzo, gli studenti condividendo con entusiasmo il progetto, danno libero sfogo a un contenitore di idee e iniziative, coadiuvati dagli stessi insegnanti.