Il Lido vuol cacciare dal suo «salotto» gli ambulanti abusivi

«Basta ambulanti abusivi in corso Italia». L’appello arriva dal municipio Medio Levante che nei giorni scorsi ha votato all’unanimità un documento che chiede l’intervento del sindaco per reprimere un fenomeno che sta rendendo sempre più degradante la situazione in uno dei salotti della città. Su 19 presenti, in 13 hanno detto sì al documento presentato da Francesco Massa e Fabio Orengo del gruppo di Alleanza Nazionale, mentre il Pd e Rifondazione si sono astenuti, non prendendo posizione di merito sulla vicenda.
«Già cinque anni fa l’allora circoscrizione aveva approvato una delibera che imponeva agli ambulanti di poter avere licenze solo nella zona di San Giuliano- spiega Francesco Massa-. Ogni domenica, invece, ci ritroviamo con banchetti di ogni tipo e in diverse zone di corso Italia dalla Foce a Boccadasse». Il problema non è solo per il buongusto di chi passeggia nella zona ma soprattutto per chi, regolarmente lavora come ambulante: «Per questo e per il degrado che si crea- continua Massa- chiediamo un intervento del sindaco perché imponga ai vigili maggiori presidi sul territorio».
Secondo il gruppo di An del municipio Medio Levante il problema sta nella prevenzione di questo fenomeno sempre più dilagante: «Abbiamo banchetti di ogni tipo, con italiani, senegalesi, cinesi che vendono qualsiasi tipo di merce- prosegue Massa-, in più ci sono situazioni che violano le norme igienico sanitarie, come per esempio le bancarelle di generi alimentari che mettono la merce in esposizione senza le dovute protezioni e che possono essere così a contatto con il pubblico». Da splendido teatro sul mare a suq di basso taglio corso Italia sta perdendo il suo fascino, «va ridata dignità a questa zona che è uno dei cuori pulsanti per il tempo libero dei genovesi. Vogliamo una maggiore presenza della polizia municipale e, soprattutto, chiediamo che l’amministrazione proceda con un programma chiaro di lotta all’abusivismo».