Natale, sesso migliore sotto l'albero

Secondo una sessuologa, il momento migliore per riavvicinarsi è per una coppia l'allestimento dell'albero di Natale: ecco che cosa ha detto l'esperta

Sesso più facile l’8 dicembre? Sì, lo dice la scienza.

L’intimità che si crea allestendo l’albero di Natale - una tradizione tipica dell’8 dicembre in tutta Italia - aiuterebbe le coppie ad avvicinarsi dal punto di vista sessuale. Lo ha spiegato la sessuologa Rosaria Spina che è intervenuta in un programma di Radio Cusano Campus chiamato “Genetica Oggi”. La dottoressa ha anche presentato agli ascoltatori un esempio relativo a una casistica a lei nota.

Fare l’albero di Natale - ha spiegato Spina - potrebbe favorire il sesso e un riavvicinamento dal punto di vista sentimentale. A un mio paziente è capitato - dopo un periodo difficile dove non si parlavano più - è arrivato il periodo degli addobbi natalizi. Lei nel prendere le decorazioni gli ha chiesto: non vieni a prendere le palline dell’albero? e lui avvicinandosi mentre lei era sulla scala l’ha palpeggiata un po’ come primo approccio. Si crea dunque una apertura emotiva e sessuale e può trasformarsi in un momento in cui si unisce l’utile al dilettevole”.

Diverso è il discorso per i giorni a ridosso del Natale stesso, e cioè dalla vigilia a Santo Stefano. Come da tradizione, quei giorni si passano in famiglia e questo significa a volte dormire sotto lo stesso tetto per generazioni diverse, anche se non lo si fa il resto dell'anno. Per cui fare l’amore mentre nella stanza accanto dormono i genitori di uno dei due componenti della coppia può essere problematico, anche se si tratta di qualcosa di veloce. Inoltre, pranzi e cenoni con tante portate e tanto alcol non sono amici delle acrobazie tra le lenzuola.

La questione peggiora se si fa il presepe anziché l’albero, perché il presepe evoca l’immagine della maternità e quindi - nel caso ci si lasciasse andare - si potrebbe essere ispirati da motivazioni legate alla procreazione, non al sesso fine al piacere.