Le relazioni sociali fanno vivere meglio e più a lungo

Uno studio dell’Università del Texas dimostra quanto siano importanti le relazioni sociali nel corso dell’esistenza di un individuo. Esse migliorano lo stato dell’umore, la qualità della vita e fanno sentire attivi e più giovani.

Le relazioni sociali, ossia interagire con più persone, stringere rapporti significativi basati sulla condivisione di esperienze rende longevi e attivi.

Lo conferma uno studio dell’Università del Texas di Austin che sostiene quanto sia benefico ciò, sia a livello fisico che emotivo. Lo studio in questione ha analizzato un gruppo di anziani che soleva interagire non solo con i propri familiari e figli, ma anche con vicini di casa, amici stretti, fornitori di servizi, estranei. Più le loro interazioni e frequentazioni aumentavano, più queste persone anziane si sentivano vitali, attive, più giovani rispetto alla loro età anagrafica.

I ricercatori dell’Università del Texas hanno sottolineato il valore del bisogno di interagire con gli altri durante la propria esistenza. È fondamentale comunicare con gli altri, condividere con essi interessi, passioni, esperienze di vita con qualcuno che sappia ascoltarci e comprenderci.

In particolare per gli anziani, far parte di un gruppo sociale serve per ridefinire la propria identità durante il periodo del pensionamento in cui si rischia di sentirsi inattivi e inutili. In questa fase delicata, infatti, bisogna sforzarsi di creare connessioni sociali in cui sentirsi parte attiva, protagonisti di attività utili per se stesse e gli altri in ambienti sociali positivi.

Già in passato, un noto studio australiano aveva messo in evidenza il rischio di mortalità da parte degli over 65 quando arrivavano al pensionamento a causa della loro vita inoperosa. In Italia sono sempre più diffusi i centri di volontariato che in numerose città e paesi consentono ai pensionati, agli anziani e non, di stare a contatto investendo tempo ed energie in rapporti sociali autentici e significativi. In questi centri è possibile svolgere attività, ludiche, culturali e sportive che mantengono la mente e il corpo attivi.

Le persone più connesse socialmente risultano più allegre, positive e vitali di quelle sole. Le relazioni sociali migliorano considerevolmente la qualità della vita a qualsiasi età, donando felicità, ricchezza interiore, voglia di fare e capacità inedite.