Tutti gli effetti benefici del solstizio d’estate

L’arrivo del solstizio d’estate con le sue giornate prolungate di luce solare è in grado di stimolare l’attenzione nel cervello, uno stato di rilassamento e benessere generale. Riattiva il metabolismo e rinforza le difese immunitarie

Oggi 21 Giugno è il famigerato giorno del solstizio d’estate. Nell’emisfero boreale questa è la giornata in cui ci sono maggiori ore di luce (quindici ore in Italia).

Quest’anno il solstizio in Italia si verificherà intorno alle ore 17.54. La parola solstizio deriva dal latino “sol” che sta ad indicare il momento in cui il sole raggiunge il suo punto massimo di declinazione. Questo punto si chiama “zenit” ed è quello più alto rispetto all’orizzonte raggiunto dal sole in tutto l’anno. Questo momento annuale ogni anno slitta, anticipando di circa sei ore. Questo mutamento è condizionato dal fenomeno della precessione, ossia lo spostamento dell’asse intorno al quale la Terra compie la sua rotazione giornaliera. Ogni quattro anni, con l’anno bisestile, ritorna al punto di partenza.

Nell’antichità il 21 Giugno era un giorno speciale dedicato ai festeggiamenti in onore del Dio Sole, portatore di abbondanza e fertilità. I Celti invece accoglievano l’arrivo del solstizio d’estate attivando dei veri e propri rituali. Essi solevano riunirsi attorno ad enormi falò dove erbe sacre come il vischio e l’iperico venivano bruciate. Questo rituale, molto importante per la loro cultura, segnava il passaggio tra realtà materiale e mondo spirituale.

L’arrivo della stagione estiva, con le sue giornate prolungate di luce, relax e divertimento all’aperto e al mare, segna una sorta di rinascita. Influenza notevolmente l’umore delle persone che si sentono più vitali, allegre, spensierate e con voglia di fare e mettersi in gioco. Questo effetto è legato alla maggiore produzione di serotonina, l’ormone del benessere, che è in grado di stimolare positivamente il nostro organismo. Di conseguenza il nostro cervello risulta più reattivo e concentrato. È più portato a stare più attento e ad apprendere. In questo periodo si riattiva anche l’appetito sessuale. Siamo in preda a vere tempeste ormonali che ci procurano sensazioni prolungate di rilassamento e giovialità.

Durante il solstizio d’estate a beneficiarne non è solo la nostra psiche ma anche la salute del nostro corpo. La luce stimola la produzione di vitamina D, di vitale importanza per il rafforzamento del nostro apparato scheletrico. Il sole inoltre cura alcune malattie della pelle come psoriasi, la dermatite atopica e la vitiligine. Il metabolismo si riattiva e le difese immunitarie si rinforzano proteggendoci da molte patologie cancerogene.