Nonna Marijuana star del web

Una 92enne californiana ha iniziato a cucinare la cannabis per curare la figlia

Si chiama Aurora Leveroni ma per tutti è "Nonna Marijuana". È una 92enne del nord della California ma con chiare origini italiane che è divenuta famosa per la sua cucina a base di cannabis con un video su Youtube. "Cucino con la marijuana per curare le persone. E non per divertimento. Tu invece vuoi divertirti? allora fatti una bella passeggiata in spiaggia e poi buttati in acqua", ha detto nel video rivolgendosi al suo pubblico mentre spiegava la ricetta di un tortino di cioccolato preparato con le foglie di marijuana.

Dopo il video Aurora è stata scoperta da Vice America che ha deciso di realizzare uno show di cucina che avesse lei come unica protagonista, per il lancio del nuovo canale di cibo, Munchies. L'idea dell'anziana signora di cucinare la marijuana coltivata nel proprio giardino è nata per curare l'epilessia della figlia Valerie e solo dopo madre e figlia hanno deciso di divulgare le ricette "in modo che chiunque potesse godere dei benefici medicinali di questa pianta". In California, infatti, il consumo e la coltivazione della cannabis è legale se usato per fini terapeutici. David Bienenstock di Vice, intervistato dal Corriere, ha raccontato di aver ripreso le giornate tipo dell'anziana Aurora mentre "cucinava tenendo i ritmi del film senza mai stancarsi". Bienenstock, che è tra gli autori della serie , è rimasto impressionato da "Nonna Marijuana" che "ha accettato che Valerie volesse curare l’epilessia in modo alternativo, e ha deciso di aiutare attivamente sua figlia a divulgare quello che avevano imparato. Loro due hanno un intenso, dolcissimo legame che, ci auguriamo, aiuti le persone a considerare questa pianta con nuovi occhi". La signora Leveroni, battezzata anche “la regina della weed cuisine”, ha avuto migliaia di click con il suo nuovo show. "Il nostro intento - ha spiegato l'arzilla vechietta - è aiutare con la cucina le persone ad alleviare il dolore fisico grazie a ciò che abbiamo imparato con la nostra piccola esperienza casalinga".