Ligresti e Fininvest pronti a crescere

Capitalia

In vista della riunione di domani del patto di sindacato di Capitalia, Fonsai e Fininvest sono pronte a salire rispettivamente al 4,9 e all’1,5% nella banca romana, acquistando nuove azioni oltre l’assegnazione pro quota dall’uscita di Pirelli (1,92%). In pratica ci sarebbe un impiego di circa il 2,5% del 3% di aumento che la legge consente annualmente ai patti. L’operazione potrebbe essere chiusa domani se Abn Amro non chiederà a sua volta di ricevere una quota di quel 3 per cento. In questo caso la distribuzione del 3% verrà rinviata a una nuova riunione. Fonsai ha attualmente il 3,13% di Capitalia e Fininvest l’1% circa. La banca olandese, che è il primo socio di Capitalia con il 7,7%, andrebbe all’8,3-8,4% con l’acquisizione della sua quota dell’inoptato Pirelli. Abn non vorrebbe scendere al di sotto di quella percentuale del patto che le consente di avere un potere di veto su talune decisioni e per questo motivo vorrebbe partecipare all’ulteriore distribuzione di azioni.