Ligresti incontra Condotte In vista un progetto sui porti

Contatti avviati tra il gruppo Ligresti e la romana Condotte in vista di possibili, ampie collaborazioni. Il primo accordo, secondo quanto risulta al Sole 24 Ore Radiocor, potrà riguardare una operazione congiunta per partecipare ad una gara immobiliare ma l’intesa potrà avere sviluppi significativi. Ne hanno discusso personalmente Salvatore Ligresti e il presidente e proprietario di Condotte, Paolo Bruno. Nel corso dell’ultimo incontro il dialogo è stato a tutto campo, con attenzione al business che si sviluppa intorno ai porti (nel giugno scorso la Condotte ha inaugurato il nuovo porto di Pescara). Dalla sede dei due gruppi non giungono conferme ufficiali, ma il dialogo tra i due imprenditori, tra cui sta facendo da catalizzatore lo studio legale Irti, ha posto all’ordine del giorno progetti che potranno portare a legami più stretti. Ligresti è tornato sempre più nell’immobiliare mentre Condotte - che ha 125 anni di vita ed è storicamente attiva nei grandi lavori - ha nel settore una società dedicata, la Condotte Immobiliare. Ligresti è inoltre socio di Gemina, azionista di Impregilo, con cui Condotte ha storici rapporti commerciali, tra cui la prossima costruzione del Ponte sullo Stretto.