Liguri «in ascolto» di Burlando L’opposizione chiede il conto

(...) «La carica dei 101» e a seguire il confronto pubblico con la cittadinanza. Le missive burlandiane devono essere state sicuramente di più di centouno. Anche in questo caso c’è la doppia firma, oltre al presidente della Regione quella del sindaco Simone Franceschi. Anche in questo caso allegato allo scritto su carta intestata con «In ascolto» e logo della Regione, l’elenco degli interventi realizzati a Ronco Scrivia dall’attuale giunta.
Dopo diverse segnalazioni arrivate a il Giornale (Riccardo Brunelli ha scritto in redazione che a Bargagli la stessa lettera è arrivata per scuola e rotatoria) e ai gruppi regionali Gianni Plinio, capogruppo di Alleanza Nazionale, e Matteo Rosso, consigliere di Forza Italia, hanno presentato un’interpellanza urgente al presidente della Regione per sapere a quanto ammonta la spesa complessiva preventivata per la spedizione di inviti alle inaugurazioni burlandiane. «Esigiamo chiarezza- contestano Plinio e Rosso-. Dopo il milione e duecentomila euro già spesi da Burlando nel corso dell’anno 2008 per una campagna che più che informativa è uno spot elettorale, ci sembra davvero eccessivo autorizzare ulteriori spese ad una anno e mezzo dalle elezioni per finalità apologetiche».
Intanto, un’altra grana sta per pendere sulla testa del presidente visto che l’associazione Gigi Ghirotti vuole rivolgersi alla Corte dei Conti per chiedere che in Liguria venga applicata la normativa sulla riutilizzazione dei farmaci: «Dopo anni di pressioni- spiega Pietro Randazzo- siamo riusciti a far porre nella finanziaria del 2008 la normativa. Abbiamo sollecitato più volte la Regione all’applicazione della legge, visto che la collettività regionale risparmierebbe centinaia di migliaia di euro. Ma fino ad oggi non ci risulta che la Regione si sia mossa in questo senso, causando così un danno economico alla collettività».