La Liguria apre i luoghi dell’arte e si racconta

Da Palazzo Spinola al museo di Palazzo Reale all'Archivio di Stato a Genova, ai gioielli della Liguria da Imperia a La Spezia. Sono una cinquantina le iniziative e i musei aperti nella nostra regione in occasione delle Giornate europee del patrimonio intitolate quest'anno alle grandi strade della cultura.
La manifestazione di sabato 29 e domenica 30, per la Liguria, è stata presentata ieri al museo di Palazzo Reale in via Balbi dal soprintendente regionale per i beni culturali Pasquale Malara. «Il tema delle Giornate europee del patrimonio - spiega Malara - sottolinea come la cultura sia il prodotto di scambi, confronti, integrazione, conoscenza, ricerca richiamando l'attenzione sulle grandi strade della cultura come valore sul quale è costruita l'Europa. La Liguria partecipa con una cinquantina di iniziative organizzate da enti locali, associazioni, istituti periferici del ministero, Fai, in sinergia con Autostrade. Terra di porti e approdi fin dall'antico, incroci di percorsi che attraverso le Alpi marittime e l'appennino la connettono col centro e col nord Italia fino alla Francia, la Liguria ha un plurimillenario continuo scambio con genti vicine e lontane con le quali si è rapportata nel corso dei secoli grazie ai suoi banchieri, commercianti, marinai, artigiani, ma anche corsari e predoni, immigrati e emigranti. Un crogiolo di culture a confronto, di scambi, che hanno forgiato e plasmano la storia e la cultura dei liguri».
A Genova tra le iniziative ci sono quelle dei tre prestigiosi contenitori culturali. La Galleria di Palazzo Spinola sarà aperta al pubblico gratuitamente dalle 8,30 alle 19,30 il sabato 29 e dalle 13,30 alle 19,30 domenica 30. Un'interessante opportunità per scoprire uno dei Palazzi dei Rolli più ricchi di capolavori artistici e testimonianze storiche inserito nel cuore medievale dei vicoli del centro storico. Tra le opere che riferiscono al tema delle Giornate europee ci sono quelle degli artisti in viaggio in Europa, dei genovesi e le strade della diplomazia e del commercio, dei viaggi di guerra con i condottierei della Superba.
Il museo di Palazzo Reale sarà aperto gratuitamente entrambi i giorni dalle 9 alle 19 con l'appartamento dei principi ereditari Vittorio Emanuele II e Maria Adelaide d'Asburgo Lorena, noto come appartamento del Duca degli Abruzzi, a disposizione per la prima volta al pubblico dopo lunghi restauri. Prenotazione obbligatoria al numero 0102710236.
L'Archivio di Stato anticipa le Giornate europee venerdì 28 con il seminario intitolato «Genova e la Sardegna, una via del commercio e di cultura attraverso il Mediterraneo». Sabato 29 apertura al pubblico delle sale dell'Archivio per la mostra sulla Sardegna e altri reperti storici e per ammirare il complesso monumentale di Sant'Ignazio.