La Liguria coperta dalla banda larga

L’obiettivo è consentire a tutti i liguri di accedere ai servizi di banda larga: questa almeno è la promessa del protocollo d’intesa siglato ieri da Fastweb e Regione Liguria. «Entro la fine del 2009 - dichiara il presidente della Regione Claudio Burlando - la copertura a banda larga sarà estesa alle aree del territorio in cui non è ancora attiva. Questi accordi hanno tutti la stessa filosofia. I grandi gruppi investono nelle zone più popolose, quelle dette non a fallimento di mercato, e contano di arrivare a servire il 96 per cento circa dei liguri. Nel restante 4 per cento, pari a 60mila abitanti, arriviamo noi con un investimento pubblico pari a 43 milioni di euro, di cui 22 per le infrastrutture e 21 in termini di servizi». Dal canto suo, il direttore Network & Systems di Fastweb, Mario Mella spiega come la collaborazione con la Regione serva per avviare un progetto che punta a cancellare il divario infrastrutturale. E aggiunge: «Fastweb ha creduto nella Liguria fin dalla prima ora, come dimostra la cablatura in fibra ottica della città di Genova subito dopo quella di Milano». La collaborazione tra Regione e Fastweb - che ha avuto come protagonisti anche l’assessore Gianni Pittaluga e il deus ex machina delle relazioni esterne dell’azienda Sergio Scalpelli - prevede anche intese su specifici progetti per lo sviluppo di servizi di pubblica utilità attraverso le connessioni a banda larga, in moltissimi settori.