LA LIGURIA E LE 4 ISOLE DEL TESORO

Il tesoro delle isole del tesoro. Senza mappa. Senza storie di pirati e maledizioni della settima luna. Lo fiuti da terra, mentre il mare le salva e loro si tengono in corpo storia e vita che studi sui libri quando le hai a tiro di barca. Ci scappa un seminario di due giorni alla Palmaria, Batteria Fortificata Umberto I promosso da Comune di Portovenere e Ancim, associazione nazionale comuni isole minori. Sabato e domenica scorsi. Per confrontarsi sullo sviluppo di un progetto di marketing territoriale delle isole minori italiane. Piccole ma grandi abbastanza per fare sistema e chiedere garanzie e peso istituzionale. Pezzo forte l'annuncio della Regione Liguria pronta ad acquistare le sue isole maggiori, Palmaria, Bergeggi e Gallinara. C'è da trattare con Demanio, autorità militari e privati e tirare fuori qualche milione di euro. Una dichiarazione d'intenti su un patrimonio salvato dal divieto d'accesso. Mentre la Wilderness alza l'allerta. Gioielli da guardare da lontano e solo visite a numero chiuso che il rischio è darle in pasto al turismo. Abbiamo fatto un giro di penna. Da vicino e da lontano. Per raccontarle nei loro chiaro-scuri. Palmaria, Tino, Bergeggi e Gallinara. Da levante a ponente. Piantate nel mare vicino a terra.