Tra Liguria e Piemonte nasce il Parco del mare

da Sanremo

Ha preso formalmente il via il progetto del Parco Culturale del Mare, nato da un accordo tra il MuMa (l'istituzione dei musei del Mare e della Navigazione di Genova), ed il Premio Grinzane Cavour di Torino.
Il protocollo di intesa è stato presentato a Bordighera subito dopo la cerimonia del premio letterario avvenuta a Villa Hanbury a Ventimiglia. La firma del documento è avvenuta alla presenza di Claudio Burlando e di Mercedes Bresso, rispettivamente presidente della Regione Liguria e Piemonte. Gli obiettivi del Parco Culturale del Mare sono principalmente la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio storico, paesaggistico e ambientale del territorio ligure, con la promozione dei diversi aspetti della cultura locale.
L'accordo tra il MuMa e il Grinzane ha previsto lo stanziamento di un iniziale fondo finanziario, necessario per sostenere le prime iniziative, di 10 mila euro diviso equamente. «Il Protocollo d'Intesa ha durata triennale e può essere tacitamente rinnovato di anno in anno per tutta la durata del progetto Parco Culturale del Mare» ha detto Maria Paola Profumo presidente del MuMa che comprende il Galata Museo del Mare, il Castello d'Albertis con il Museo delle Culture del Mondo, il Museo Navale di Pegli e la Commenda di S Giovanni di Prè. Le prime iniziative stabilite riguardano un progetto sull'emigrazione e immigrazione, con una sezione apposita all'interno del Galata, per approfondire le conoscenze sulle migrazioni nazionali ed internazionali avvenute attraverso il mare e l'integrazione con le società costiere, ed un concorso letterario «Scrivere il mare» per promuovere il paesaggio marittimo analizzato anche sotto il profilo storico e culturale con le tradizioni delle comunità locali. «L'intenzione è poi quella di organizzare incontri sulla cultura materiale ed immateriale di cui il Premio Grinzane Cavour è da sempre sostenitore come insostituibile mezzo di valorizzazione dei prodotti territoriali e dell'identità dei luoghi - ha aggiunto il presidente del premio Giuliano Soria - Saranno individuati, come sede di questi dibattiti, luoghi dove confrontare anche le culture gastronomiche piemontese e ligure».
Il progetto del Parco Culturale prevede anche la redazione di piccole antologie con fotografie e citazioni sulla Liguria e sul suo mare, guide con itinerari culturali e storici, un sito internet dedicato con blog e forum, eventi musicali, gastronomici, teatrali, cinematografici e sportivi. «Infine - conclude Maria Paola Profumo - saranno scelte alcune citazioni significative per ideare una segnaletica, ben armonizzata con il territorio, con descrizioni dei paesaggi di scrittori artisti e viaggiatori».