Liguria, il matrimonio è un contratto a tempo

Fabrizio Graffione

Nove separazioni o divorzi ogni dieci celebrazioni di nuovi matrimoni. Le coppie liguri sono quelle meno stabili in Italia: si tradiscono, non vanno d'accordo, o, semplicemente, si sposano per un amore evidentemente superficiale. Un record uguale soltanto a quello della Valle d'Aosta, seguito da Piemonte (7,6) Emilia Romagna (7,4) Friuli Venezia Giulia (7,1) Lombardia (6,3) Toscana (6,0) Trentino Alto (5,8) Lazio (5,6) Veneto (5,1). Come da tradizione, le coppie «affidabili», che in qualche maniera credono ancora alla tradizione del matrimonio, sono quelle del meridione, dove il numero delle decisioni di ricorrere a separazione o divorzio è in generale meno della metà dei novelli sposi che si uniscono in matrimonio.
In Liguria, quindi, per i 6024 contratti civili e di fronte all'altare nel 2003, ci sono stati 5615 separazioni e divorzi. Un incremento notevole delle richieste di separazione, rispetto agli anni scorsi, è stato registrato (...)