La Liguria mette la gonna per volare a Strasburgo

Ultime ore per la compilazione delle liste per le elezioni europee e la Liguria si scopre sempre più donna. Alla candidatura di Francesca Balzani, assessore comunale genovese al bilancio, che nel Pd affianca lo spezzino Franco Bonanini, si era già sommata quella di Susy De Martini, medico, docente universitario e personaggio televisivo, scelta dal Pdl, mentre Rifondazione Comunista fin da subito aveva annunciato l’appoggio ad Haidi Giuliani. Ieri sono state formalizzate anche le candidature per l’Udc di altri due esponenti liguri, rigorosamente in quota rosa. A cercare soprattutto i voti della provincia di Genova saraà la chiavarese Maria Stella Mignone, già assessore della prima giunta Agostino. A ponente toccherà a Maria Luisa Fornato, avvocato trentacinquenne di Loano, che supporteranno le «stelle» Magdi Allam, Luca Volonté e, new entry, il principe Emanuele Filiberto di Savoia.
In rosa pensa pure la Lega Nord che punta su Sonia Viale, che dall’estremo ponente ligure cerca un biglietto per Strasburgo, senza però dimenticare il sempreverde (ovvio) Bruno Ravera, macchina da voti quando ballano le preferenze. Gli ultimi dubbi restano legati al possibile secondo candidato ligure del Pdl. Nonostante nuovi inviti di Ignazio La Russa, Gianni Plinio e Giorgio Bornacin hanno declinato l’invito pur ringraziando per la stima. E la ricerca ieri sera è ripresa.