La Liguria punta sulle vacanze dello spirito

La Regione Liguria oggi è alla «BIT-Borsa Internazionale del Turismo» di Milano anche per promuovere il turismo dello spirito e i collegamenti con le grandi vie religiose europee: la Via Francigena e il cammino di Santiago de Compostela. Praticamente tutto l’arco ligure racchiuso tra il mare, gli Appennini e le Alpi, con spiagge, borghi storici, luoghi d’arte, parchi. È un viaggio alla ricerca della Liguria mistica, attraverso i secoli, da Sarzana a Ventimiglia, tra centinaia di santuari, abbazie, monumenti e chiese, sulle orme dei pellegrini. Fra le iniziative in programma, la riscoperta del tratto ligure del Cammino Santiago di Compostela-Roma, un itinerario che attraversa la Liguria intera, legata alla fascia della zona media costiera. «Per ora il cammino si interrompe con la via Francigena, in Lunigiana, che sale verso nord e non esiste una mappatura del percorso che attraverso la nostra regione porti direttamente in Francia, ma ci stiamo lavorando, insieme con l’Opera Romana Pellegrinaggi - ha spiegato l’assessore al Turismo della Regione Angelo Berlangieri - Il cammino di Santiago de Compostela - ha aggiunto Berlangieri - coinvolge ogni anno 8 milioni di pellegrini che attraversano questo percorso e sarebbe un grande successo se anche solo 10 mila di loro attraversassero e scoprissero il nostro entroterra. La cosa da sottolineare, fra l’altro, è che questa iniziativa non ha un costo, ma si basa solo su un’attività organizzativa e garantirà un servizio in più anche agli appassionati di passeggiate e di trekking».