È la Liguria la regione più esposta al caldo killer

Sono le province della Liguria a registrare l'incidenza più alta di anziani sopra i 65 anni sul totale della popolazione. Lo rileva una ricerca dell'Ufficio studi dell'associazione artigiani CGIA di Mestre, che ha elaborato dati Istat, in relazione al fatto che sono proprio gli anziani le persone che possono risentire di più del grande caldo di questi giorni.
Sono così le province della Liguria a primeggiare in questa speciale classifica. Infatti, al primo posto c'è Savona (25,9% degli over 65 sul totale della popolazione residente in provincia), al secondo posto La Spezia (25,8%) e al terzo Genova (25,7%). Seguono Trieste (25,5%), Alessandria (25,4%) e Imperia assieme a Siena (25%).
Tra le province del Nord - che sono tutte ai primi posti di questa speciale graduatoria - agli ultimi posti solo Vicenza (che si piazza all'87/mo posto con il 16,8%), Bergamo (94/mo posto con 15,9%) e Bolzano (95/mo posto con 15,7%). Agli ultimi posti a livello nazionale, Cagliari e Bari (15%), Crotone (14,7%), Caserta (13,4%) e all'ultimo posto Napoli (12,5%).
Del resto è proprio la Campania la regione italiana dove gli anziani, con l'arrivo del caldo torrido, rischiano di più, mentre la Liguria è la regione più «anziana» d'Italia e con il maggior numero di over 65 soli. Questo, infatti, è il risultato di una ricerca, effettuata dal Centro demoscopico Cierre, che ha tracciato una mappa del rischio nelle 20 regioni italiane.
L'indagine è stata effettuata attraverso l'analisi comparata di alcuni indicatori, che sono stati considerati strettamente correlati al rischio-caldo: l'incidenza della popolazione anziana sul totale della popolazione per regione, il numero degli anziani single residenti nelle diverse regioni, i soggetti over 65 in difficoltà economica e il numero di strutture residenziali di accoglienza ogni 10.000 anziani. L'indagine di Cierre prende dunque in considerazione i dati più recenti riguardanti i pensionati che vivono con 516 euro al mese, gli anziani soli (non coniugati, divorziati e vedovi) e l'offerta sul territorio di strutture di accoglienza.
Da tutto questo si deduce che la Liguria è risultata la regione più anziana d'Italia, con una incidenza del 26% della popolazione over 65 sul totale della popolazione residente, seguita da Umbria (23%), Toscana (22,8%), Emilia Romagna (22,6%) e Marche (22%). In termini assoluti, invece, il numero più elevato di anziani si concentra in Lombardia, pari a 1.692.924 individui. La Campania, invece, è la regione più «giovane» (15,6%), seguita dalla Puglia (16,3%).

Annunci

Altri articoli