La Liguria terra solidale

Francesco Gambaro

Per avere un'idea di quanto sia variegato il mondo della solidarietà nella nostra regione, basterebbe prendere ad esempio il comune di Beverino, 2500 anime, in maggioranza anziane, servite da una sola farmacia. È bastata una convenzione tra Comune e Poste Italiane per delegare ai postini il compito di consegnare farmaci e medicinali (6 giorni su 7) alle persone di una certa età. Quella di Beverino è solo una delle tante testimonianze di volontariato sulla quale ieri si sono accesi i riflettori nella sala conferenze della Fondazione Carige. Merito dell'associazione «Iniziativa» di Piero Canepa che ha chiamato a raccolta il mondo del sociale per avviare un confronto sull'universo del bisogno in Liguria. Al dibattito hanno preso parte a vario titolo i rappresentanti dei più importanti enti ed organizzazioni senza fini di lucro impegnate nell'assistenza, nel volontariato e nella cooperazione.
Ad aprire i lavori Pierluigi Vinai. Che ha sottolineato come il «settore della vita civile più importante in Liguria sia proprio il sociale, per il quale non è vero che manchino i fondi. Le risorse ci sono, forse andrebbero meglio razionalizzate». La Fondazione Carige eroga 10 milioni di euro all'anno a finalità sociali. Dopo Vinai, hanno preso la parola Bianca Costa, presidente del Centro Solidarietà, Gabriellla Andraghetti del Banco Alimentare, Sergio Rossetti, direttore dell'istituto Chiossone, Paolo Mombelloni, presidente dell'associazione Alzheimer, Andrea Costa, sindaco di Beverino, Michela Costa, direttore del Brignole, Don Marco Grega responsabile della Casa dell'Angelo, Paola Toni direttore della divisione 06 del Comune di Genova, Michele Sacchitelli presidente del progetto Liguria Sport, Gianni Guainazzo (Orientamento famiglia), Giovanni Durante presidente Cesavo, Claudio Regazzoni presidente Gau-Auser, Rosario Giuliano (coperativa Lanza del Vasto), Guido Garri presidente Focl, Emanuele Porcile (associazione sportive dilettantistiche), Antonio Nicali, presidente Coni Gernova, Claudio Gustavano presidente Lega italiana Tumori e Franco Henriquet presidente associazione Gigi Ghirotti.