La Liguria di Tollo Mazzola al Ducale

La sua opera, intreccio originale tra l’esperienza sudamericana e le influenze pittoriche della stagione novecentesca italiana, propone un racconto sentito e attuale della terra di Liguria. L’opera dell’artista Vittorio Tollo Mazzola esplora i luoghi a lui più cari (in particolare Cicagna in Val Fonatanabuona, paese d’origine della famiglia), i mestieri e i gesti della vita quotidiana: la pesca, l’attività estrattiva, la balneazione. Una mostra antologica delle opere di Tollo Mazzola sarà inaugurata oggi a Palazzo Ducale, dove si protrarrà fino al 29 maggio, su iniziativa della Fondazione Edoardo Garrone. Una selezione di circa trenta opere che illustrerà il percorso artistico del pittore e scultore, scomparso nel 1999 e recentemente riscoperto dalla critica. Ad accompagnare il percorso espositivo il catalogo, arricchiato con interventi di Raimondo Sirotti, direttore generale dell’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova, di Luciano Caprile e Antonio Todde. La mostra, nella sala Liguria Spazio Aperto, si potrà visitare con orario 9-18.