Liguria, tre giorni per tornare capitale della Pallapugno

Sarà la Liguria a far da teatro alle finali della Coppa Italia di Pallapugno, organizzata su autorizzazione della Federazione Italiana Pallapugno per il terzo anno consecutivo, dopo il successo riscosso la scorsa edizione nel capoluogo piemontese: «Tutti ci davano per morti, ma a Torino abbiamo superato le 3 mila presenze», commenta Ezio Raviola, presidente della Lega delle Società, organizzatrice dell'evento.
A volte la tradizione riesce a fare spettacolo. È sicuramente il caso di questa Coppa Italia, che con il suo arrivo nella fase finale a Pietra Ligure e Andora svela uno scenario della nostra terra forse sconosciuto ai più. Non tutti sanno infatti che la tradizione sportiva della Liguria è intimamente legata al pallone elastico, un gioco rimasto nel tempo e nei ricordi dei pietresi, abituati una volta ad assistere alle partite nelle piazze del centro storico. Una tradizione che tra Ottocento e Novecento ha rischiato di scomparire, e che soltanto grazie ad alcune province liguri (Savona e Imperia) e piemontesi (Torino, Asti e Cuneo) non si è spenta del tutto. Un gioco che conserva le proprie memorie negli scritti di Edmondo de Amicis, Cesare Pavese, Beppe Fenoglio e Giovanni Arpino. «Ospitare questa rassegna di promozione sportiva - commenta Luigi De Vincenzi, sindaco di Pietra Ligure - rappresenta per noi una piacevole novità. Siamo sicuri che l'evento sarà accolto con calore dai turisti e dai residenti, che avranno così l'occasione di tuffarsi nel passato della nostra città». Non solo sport e agonismo, dunque, ma anche ricordi ed emozioni che hanno il sapore del passato.
Questo il calendario delle partite. Sabato 30 agosto nello sferisterio di Andora si partirà al mattino con la finale Juniores (Bcc Caraglio-Ricca A), proseguendo al pomeriggio con l'Under 25 (Merlese-Bcc Caraglio) e la serie C2 (Peveragno-Tavole). Quindi, alle 21, si disputerà in notturna la finalissima della Coppa Italia Senior tra Ricca e Monticellese. Il giorno seguente, domenica 31, i riflettori si accenderanno su piazza San Nicolò a Pietra Ligure, dove si svolgeranno le finali dei Pulcini (A. Manzo-Minticellese B), degli Esordienti (Imperia-Neivese A) e degli Allievi (Monticellese-Centro Incontri). A chiudere la due giorni sportiva, una partita che sa già di show: alle 18 si esibiranno infatti i migliori talenti Under 25 tra Piemonte e Liguria, selezionati dal ct della Nazionale Sergio Corino. In rappresentanza del Piemonte vedremo Bruno Campagno, Luca Galliano, Cristian Giribaldi e Riccardo Rosso, guidati da Felice Bertola e Massimo Berruti, nomi cari alla storia di questo sport. Nella rappresentative ligure - allenata da Riccardo Aicardi ed Enrico Piana - giocheranno in campo Ivan Orizio, Daniel Giordano, Davide Amoretti e Luca Belmonti. Pallonisti d'eccezione, il sindaco De Vincenzi e Carlo Scrivano, Assessore allo Sport della Provincia di Savona, che apriranno la partita con il loro lancio di inizio.