Lilli Lauro era presente

Apprendo, con stupore, dalla vostra testata, di non aver presenziato al Consiglio Comunale svoltosi il 14 ottobre. Ancora con più stupore mi rendo conto di non aver preso parte al dibattito sulla gronda.
La cosa mi lascia, francamente, disorientata. Questo, perché, proprio nella giornata del 14 ho iniziato i dibattimenti in consiglio con un art. 54 che chiedeva più attenzione per le persone diversamente abili da parte della scuola. Per poi esordire, proprio all'inizio del dibattito sulla gronda, con una mozione d'ordine nella quale sottolineavo l'importanza di coinvolgere la società Autostrade nella discussione del tracciato.
In seguito, dopo aver seguito tutti i lavori, alle ore 19 circa intervenivo sugli ordini del giorno in merito alla gronda. Per cui mi meraviglia il fatto che la mia presenza sia stata segnata dalla consigliera Della Bianca come una non presenza. Posso capire la necessità di «bacchettare» gli assenteisti. Capisco che, alle volte, un capogruppo debba forzare per richiamare all'ordine i propri consiglieri.
Invito, però, a non coinvolgere altri consiglieri in certe forzature, che paiono quasi sottolineare, dalle assenze tra i banchi, la mancanza di polso di certi capigruppo.
*consigliere comunale
Lista Biasotti