Limone rinnova le piste e non alza i prezzi per rilanciare il turismo

Il 7 e 8 dicembre verrà dato il via alla nuova stagione della Riserva Bianca

«Piste, impianti, strutture di accoglienza sulle piste e parcheggi: tutto è stato ripensato a Limone. Insomma chi torna a sciare sulle nostre nevi, rimarrà certamente stupito», parola di Giovanni Morzenti, presidente della Federazione italiana sport invernali. E a livello di ski-pass confermati i prezzi dello scorso anno. Ottime prospettive, dunque, per i liguri, e i genovesi in particolare, che sono da sempre assidui frequentatori - e anche residenti, nelle seconde case - nella località del Cuneese. «Si stima infatti - dichiara Morzenti - che il 35 per cento della popolazione turistica invernale, sia proprio rappresentata dai liguri, in particolar modo dai genovesi». Saranno le giornate del 7 e dell'8 dicembre a dare il via alla nuova stagione della Riserva Bianca, nuova di zecca. Quest'anno si tratterà di un' inaugurazione particolare, visto che proprio il giorno dell'Immacolata Concezione ci sarà la prima gara italiana di Coppa del Mondo di Snowboard. Ed è proprio da questo appuntamento internazionale che Limone e la sua Riserva Bianca cercheranno di ripartire.
L'obiettivo è cancellare definitivamente la passata stagione, decisamente negativa. «In un quadro di scarso innevamento - aggiunge Morzenti, presidente anche della Limoni impresa funiviari e turistici -, che ha caratterizzato l'intero arco alpino coinvolgendo un po' tutte le stazioni, Limoni e la sua Riserva Bianca lo scorso inverno hanno pagato un prezzo molto alto. Alle precipitazioni non si è riusciti a fare fronte nemmeno con gli impianti di innevamento programmato, a causa dell'impossibilità di attivare i cosiddetti «cannoni». Arrivano invece delle buone notizie per la nuova stagione: è già scesa la prima neve, 50 centimetri ad alta quota (1800 metri), accolta dagli operatori turistici di Limone (e non solo) come buono auspicio per i prossimi mesi. Hanno iniziato infatti a lavorare per la fabbricazione della neve a bassa quota, visto il freddo che ha investito l'intero arco alpino. Il comprensorio di Limone mette a disposizione oggi agli appassionati della neve 80 chilometri di piste; 16 impianti di risalita di cui 11 seggiovie; una telecabina in grado di collegare direttamente il centro storico del paese con l'area sciabile e 5 strutture rimesse a punto per consentire agli amanti dello snowboard di sostare tra una discesa e l'altra. Protagonisti di quello che, per il momento, si presenta come l'ultimo step di riammodernamento della Riserva Bianca, sono soprattutto i nuovi due impianti, che giocano un ruolo di primo piano. Ossia la telecabina «Severino Bottero» che, pur essendo stata già inaugurata, non è stata ancora utilizzata, e la nuova seggiovia di Limonetto. Si tratta di una seggiovia biposto (sostituisce la vecchia «Alpe» e la sciovia Pernante) che permetterà di sfruttare un'area della Riserva Bianca molto selvaggia, adatta soprattutto a chi ama scenari montani e a chi pratica snowboard.
Per la nuova stagione tutti gli amanti della «tavola» (gli snowboarder) potranno avere a disposizione, proprio all'interno di quest'area uno snowpark, in grado di soddisfare con i suoi salti e il suo half-pipe, anche i turisti più esigenti. Per tutti quelli che invece non sono alla ricerca di forti emozioni ma vogliono semplicemente trascorrere una giornata in montagna, gli organizzatori fanno sapere che i prezzi degli ski-pass non sono aumentati: il costo del giornaliero resta dunque di 31 euro. Verranno poi applicate tariffe ridotte ai bambini e alla scolaresche. Anche quest'anno Genova e la Riserva Bianca saranno collegate dal pullman della neve che verrà attivato tutti i martedì e le domeniche della stagione sciistica. Diversi i punti di partenza: alle 6.15 davanti al cimitero di Staglieno; alle 6.30 in piazza Vittoria (davanti all'agenzia Pesci Viaggi) e alle 6.40 in via Dino Col - Fiat. Si riparte da Limone alle 16.30. Per informazioni è possibile chiamare lo 010.564936