Linate: 40 milioni per volare più sicuri

Nella prima settimana di agosto il cda dell’Enac prenderà in analisi una relazione sulla sicurezza dell’aeroporto di Linate. La relazione si riferisce alla certificazione conseguita dallo scalo in base al regolamento per la costruzione e l’esercizio degli aeroporti che prevede una costante verifica dei processi operativi a garanzia della sicurezza del volo e della qualità dei servizi resi dagli operatori aeroportuali. Il comandante Marco Alberti, direttore operativo del gestore aeroportuale Sea e responsabile di tutta l’operatività dello scalo, non nasconde il suo stupore: «Dopo l’incidente dell’8 ottobre 2001 lo scalo è stato messo ai raggi X, mi stupisco, di Linate ormai si sa tutto». Poi replica alle lamentele dei piloti e spiega cosa si sta facendo per la sicurezza dello scalo: «Abbiamo investito il 30 per cento delle risorse per la sicurezza, 40 milioni nel 2004. Ora sul famigerato raccordo R6 è impossibile sbagliare, ridipinte le strisce a terra, barre antintrusione attive, impianti elettrici autonomi. Ma vorremmo più potere».
CLAUDIO DE CARLI a pagina 38