Linate Più passeggeri per Alitalia: «Due milioni nel 2011»

Alitalia ha incrementato i passeggeri trasportati a Malpensa nel corso del 2010 e ha fissato come obiettivo quello di aumentare ancora nel 2011, superando così le 2 milioni di unità. Lo ha affermato l’amministratore delegato della compagnia aerea, Rocco Sabelli, che ha partecipato ieri - insieme al presidente Roberto Colaninno - alla presentazione del volo diretto tra Milano e New Delhi dell’indiana Jet Airways, operato in code sharing con proprio con Alitalia.
«A febbraio - ha detto Sabelli - abbiamo ridefinito la strategia Alitalia su Malpensa, basata su diversi strumenti e comprendente anche AirOne. Il progetto va avanti, ha avuto conferme e risultati importanti con AirOne, i cui aerei saliranno da cinque a sette, forse otto, con un +20% di voli e frequenze. Dal 2009 al 2010 c’è stata una crescita di 300mila passeggeri a Malpensa, pari al +15-16%. Alitalia rimane la prima compagnia per voli intercontinentali dello scalo, con 200mila clienti all’anno. Ora abbiamo 1,7 milioni di passeggeri, l’obiettivo è di arrivare a 2 milioni».
Il collegamento con Delhi operato da Jet Airways, secondo Sabelli, dovrebbe fare da apripista a un volo Alitalia: «Si inizia con il code sharing, poi se le cose vanno bene si arriva al collegamento diretto, che è in programma dal 2012; vediamo se ci sono le condizioni per anticipare di un anno». Sabelli ha invitato Jet Airways, che per ora non fa parte di network internazionali, a entrare nell’alleanza Sky Team.
Possibilista la risposta del presidente della compagnia indiana, Naresh Goyal: «Abbiamo relazioni eccellenti con Alitalia, Air France, Klm, vedremo se c’è convenienza economica». «Nella nostra strategia - ha detto Colaninno - non c’era quella di scappare da Malpensa, ma di costruire basi solide e concrete per la futura stabilità. Siamo perfettamente coscienti dell’importanza di Malpensa e Linate per il mondo degli affari del Nord Italia».