Linate-Roma, Lufthansa: pronto ricorso Ue. Nuovi voli da Malpensa

La compagnia tedesca presenta la nuova Lufthansa Italia a Malpensa. E annuncia che potrebbe fare ricorso all'Antitrust Ue contro Cai

Milano - Nella guerra delle rotte aeree Lufthansa è pronta a dare battaglia e fa sapere che potrebbe fare ricorso all’antitrust europeo sulla rotta Milano Linate-Roma. "Credo di sì", il ricorso è l’unica strada percorribile a questo punto, ha detto Karl Ulrich Garnadt, membro del board di Lufthansa, a margine della presentazione della nuova Lufthansa Italia all’aeroporto di Malpensa.

I primi due aerei: Milano e Varese Con pragmatismo teutonico sono stati battezzati oggi "Milano" e "Varese" i primi due Airbus A319 di Lufthansa Italia, nuova compagnia aerea costituita dal vettore tedesco per collegare, per ora, l’aeroporto di Malpensa con otto destinazioni europee entro marzo. I primi voli, diretti a Barcellona e Parigi, partiranno il 2 febbraio. Da marzo si aggiungeranno le rotte per Bruxelles, Budapest, Bucarest e Madrid. Alla fine del mese, con l’orario estivo, ci sarà infine il debutto dei voli per Londra e Lisbona con sei aerei e 226 voli a settimana. "Per la prima volta nella storia di Lufthansa - ha detto Karl Ullerich Garnadt, membro del Cda - lanciamo una nuova compagnia aerea al di fuori della Germania che si chiama Lufthansa Italia. Ciò evidenzia la nostra fiducia nella forza del mercato italiano e dimostra la grandezza del nostro appoggio e del nostro bacino clienti in questo importante mercato".

Clientela d'affari Il vettore tedesco, ha detto il manager, ha intenzione di rivolgersi in particolare alla clientela d’affari, aggiungendo "un tocco italiano" ai servizi abituali di Lufthansa. Quanto alla possibilità di aggiungere alle rotte europee dei voli intercontinentali in futuro, Garnadt ha detto che per il momento la compagnia intende "andare gradualmente, vedremo più avanti". Intanto la strategia prevede che entro settembre-ottobre sia ottenuto lo status di Aoc italiano e l’intenzione di convincere le compagnie partner nell’alleanza Star Alliance a operare di più da Malpensa. "In futuro non escludo niente - ha continuato -, ma per il futuro prossimo puntiamo sui partner". Dal dicembre 2007 al dicembre 2008 il manager ha ricordato che il fatturato annuo del traffico di Lufthansa tra Italia e Germania è stato di 680 milioni di euro, con 4,5 milioni di passeggeri trasportati".

Bonomi: "Iniziato un nuovo percorso" "Questo è un giorno importante e in cui siamo molto soddisfatti. Abbiamo lavorato insieme in modo serio e oggi celebriamo un risultato importante". Sono le parole del presidente di Sea, Giuseppe Bonomi, presente aal lancio di Lufthansa Italia e dei nuovi voli della compagnia. "Abbiamo fortemente creduto in questo progetto", ha spiegato Bonomi, ricordando che in questi mesi si è creato "un rapporto di forte collaborazione, con un vettore che ha fatto la scelta innovativa di creare una nuova compagnia su quello che ritiene un territorio interessante". La creazione di Lufthansa Italia e la scelta di Malpensa come aeroporto, per il presidente di Sea, sono un fatto importante e di discontinuità rispetto ai canoni del settore, ma anche nominare i primi due aerei con i nomi di Milano e Varese, "è un fatto più che significativo". Il rapporto di partnership, ha proseguito "significa per noi dar vita al nostro piano industriale dove si diceva di trovare e sviluppare con un partner internazionale una forte collaborazione". "Oggi - ha concluso Bonomi - c’è il coronamento di un lavoro che segna l’inizio di un nuovo percorso e una nuova avventura. Questo significa incrementare e aumentare l’impegno nel nostro lavoro quotidiano".