L'indagine partita dal ritrovamento di una bicicletta sospetta

Milano - L'indagine che ha condotto all'operazione antiterrorismo di questa mattina è partita oltre due anni fa dal ritrovamento di una bicicletta in una cantina milanese, in via Guglielmo Pepe (nella foto la sede del Centro sociale "La Fucina", di Sesto San Giovanni). La bicicletta ha subito insospettito gli inquirenti perché era assemblata in modo anomalo con una telecamera nel fanale e una trasmittente nel telaio. La bicicletta serviva per seguire i movimenti delle persone nel mirino dei terroristi.