Linde guadagna a Francoforte

I timori di pressioni inflazionistiche e i dati relativi a una crescita economica in rallentamento hanno condizionato gli scambi di fine settimana a New York, con gli indici in ulteriore calo. Ad appesantire i listini, la flessione del titolo 3M, che perde intorno al 7% per le previsioni di una minore crescita del fatturato e degli utili. I cambi al vertice di eBay hanno fatto scendere la quotazione al Nyse, con flessione sul finale del 5,3%; in calo anche Advances Micro Devices, mentre a sostenere il listino i recuperi di General Motors e Ford. Bene anche Amerus (più 4,8%). Tutte in rosso le piazze europee, con un risultato di quasi parità per Londra e con Stoccolma che registra la più ampia flessione (meno 1,14%). A Francoforte perdono quota Deutsche Börse (meno 2%) e si muove al rialzo Linde (più 2,1%); buono l’esordio di Artec, in crescita del 4% sul prezzo dell’Ipo. A Parigi crollo di Business Objects del 23,8% per risultati inferiori alle attese.