Linea 4, lavori entro l’estate

Lavorando in aeroporto spero nella linea 4 per Linate. Dovrebbe provare a salire sul carro bestiame tutti i giorni, per non parlare delle attese la sera, dopo il lavoro. Oltre al riscaldamento altissimo in inverno e all’assenza di aria condizionata d’estate.

Gentile signora Linda, non so quando lei andrà in pensione, ma le garantisco che la linea M4 Lorenteggio-Linate entrerà in funzione entro quattro anni. È un impegno che ho preso con i cittadini e con i visitatori dell’Expo. I lavori cominceranno entro l’estate. Per ridurre i tempi, stiamo verificando la possibilità di iniziare gli scavi contemporaneamente dai due capolinea di Linate e San Cristoforo. La M4 è un’opera strategica per Milano. Lunga 15 km, con 21 fermate, sarà in grado di trasportare 86 milioni di passeggeri l’anno, offrendo un’alternativa comoda ed efficiente a chi, come lei, lavora in aeroporto, a quanti viaggiano in aereo. Su questa direttrice il fabbisogno di trasporto pubblico veloce e sostenibile è alto: abbiamo calcolato che ogni giorno, solo nell’ora di punta, la nuova linea trasporterà 14mila passeggeri, facendo risparmiare 14 milioni di spostamenti in auto ogni anno. Ciò significherà meno inquinamento e più qualità della vita, per gli utenti della linea e per la Città intera. La M4 sarà una metropolitana leggera, modernissima, senza conducente. Fermerà a Linate aeroporto, quartiere Forlanini, stazione passante Forlanini, Argonne, Susa, Dateo, Tricolore, Visconti di Modrone (San Babila), Sforza Policlinico, Santa Sofia, Vetra, De Amicis, S. Ambrogio, Parco Solari, Foppa, Washington Bolivar, Tolstoj, Frattini, Gelsomini, Segneri, S. Cristoforo Fs. Numerosi saranno i punti di interscambio con le altre linee metropolitane e ferroviarie per collegare gli utenti con tutta la Città e l’hinterland: S. Cristoforo (linea Rfi Milano-Mortara e linee del Passante Ferroviario), S. Ambrogio (linea M2) Crocetta (linea M3), San Babila (linea M1), Dateo (Passante Ferroviario), Forlanini FS (cintura ferroviaria est e linee del Passante). In attesa della M4, per agevolare gli spostamenti lungo la tratta San Babila-Linate poco più di un anno fa insieme ad Atm abbiamo potenziato l’offerta introducendo la nuova linea diretta X73, che consente di raggiungere lo scalo in 25 minuti con un’unica fermata intermedia, al costo di un biglietto urbano. Anche il condizionamento dei mezzi prosegue a ritmo serrato con l’obiettivo di arrivare alla copertura totale delle vetture. Già oggi nel periodo estivo sono climatizzati tutti i vagoni della linea M1 e gli autobus. Anche per tram e filobus stiamo facendo continui passi avanti: sui tram l'aria condizionata è presente nel 76% delle vetture contro il 38% di tre anni fa, mentre è climatizzato il 65% dei filobus rispetto al 12% del 2008. I vagoni delle linee M2 e M3, infine, sono climatizzati per circa il 40% contro il 15% di tre anni fa. Questo grazie a notevoli investimenti compiuti negli ultimi anni per l’acquisto di nuovi mezzi e l'ammodernamento del parco esistente. Per l’estate in arrivo faremo ancora meglio: stiamo infatti lavorando con Atm per aumentare il numero di vetture climatizzate, in modo da offrire agli utenti un servizio sempre più confortevole e di qualità. Rispondo infine sul riscaldamento interno alle vetture: sembra inverosimile, ma gli utenti che protestano con Atm per la temperatura sono equamente divisi tra chi la vorrebbe più bassa e chi più alta, sulla stessa linea e sulla medesima vettura. Per questo l’azienda ha adottato sui mezzi un livello di aria calda standardizzato, che non può essere modificato dall’autista perché centralizzato. Naturalmente la temperatura interna alle vetture non potrà mantenersi sempre costante: dipende infatti dalla frequenza e dalla durata dell’apertura delle porte, oltre che della temperatura esterna. La ringrazio ancora per la segnalazione che mi aiuta a migliorare il lavoro e dimostra attaccamento alla città.