Linea dura del Comune contro chi guida ubriaco o sotto effetto di stupefacenti: da ottobre cani antidroga nelle vie della movida e medici accanto ai ghisa per i controlli Ad agosto test anti-alcol in tutti gli incidenti Nella notte partiti i controlli a t

(...) Questa sera il controllo mirato si sposta intorno al Karma di via Fabio Massimo, domani ai Magazzini Generali, Gattopardo e Tocqueville: cinque discoteche ogni fine settimana. Dopo questo weekend la maggior parte dei locali chiude per ferie, ma l’operazione scatterà di nuovo a fine agosto e si farà ancora più massiccia da ottobre, con cani antidroga fuori dalle discoteche e test anche contro l’uso di sostanze stupefacenti promossi dai gestori in collaborazione con l’onlus Amici della vita (in omaggio ai primi 50 volontari, una consumazione di bevanda analcolica). Non vanno in ferie però i vigili, che per tutto il mese - ferragosto compreso - sottoporranno all’etilometro «tutti quelli che di notte saranno coinvolti in incidenti stradali, anche non gravi - spiega Bezzon, che anticipa -: dall’autunno faremo controlli mirati sull’uso di droghe da parte di chi guida, e dato che il nostro limite consiste nel fatto che si tratta di uno screening, ma l’automobilista deve effettuare il test vero e proprio all’ospedale, saremo affiancati da ambulanze della Croce Rossa con medici a bordo per velocizzare i tempi della verifica».
Da oggi saranno affissi in un centinaio di locali manifesti antidroga e alcol e il Comune, anticipa l’assessore alla Salute Carla De Albertis, sta prendendo accordi con alcuni gestori «per organizzare pulmini pronti all’uscita dalle discoteche e accompagnare a casa chi non è in condizione di guidare». Secondo la De Albertis occorre anche lavorare per il «potenziamento delle comunità di recupero e reinserimento». I locali, concorda il presidente del Silb e titolare dell’Old Fashion, Roberto Cominardi, «devono fare da cassa di risonanza per i giovani, informarli sui rischi che corrono se abusano di alcol e assumono sostanze stupefacenti. I premi, come gli ingressi gratis in discoteca, vanno giustamente affiancati a un’attività di repressione. Bene dunque i cani fuori dalle discoteche, perché è lì che “lavorano” i pusher».
Alfredo Zini, presidente di Epam, fa sapere che tra tutti quelli che durante agosto risulteranno completamente sobri ai controlli dei ghisa, a inizio settembre ne saranno estratti 50 che riceveranno biglietti gratis per il Gran premio di Monza o corsi di guida sicura. In bar, locali e ristoranti saranno appesi manifesti che ricordano il divieto per i gestori di somministrare alcolici ai minori di 16 anni o a persone già ubriache, e Zini auspica «un maggior controllo da parte delle forze dell’ordine». La De Albertis anticipa infine che è allo studio con Asl Milano «un grande piano triennale di prevenzione alla droga che coinvolgerà ragazzi delle medie, genitori e insegnanti», ma anche «un’opera di sensibilizzazione sul doping promosso con Bayer e la Federazione italiana Badminton». Dopo l’esperimento in zona 6 invece, sarà esteso a tutta la città il kit antidroga gratuito per le famiglie con figli tra i 13 e 16 anni.