Linea dura sull’Iran di Olmert e Merkel

La crisi del Medio Oriente - nucleare iraniano, Libano e problema palestinese - è stata ieri al centro del primo viaggio ufficiale in Germania del premier israeliano Ehud Olmert, che ha aperto la giornata rendendo omaggio alle vittime ebree del nazismo. Olmert, che oggi sarà a Roma per colloqui con il presidente del Consiglio, Romano Prodi, e in Vaticano, ha chiesto pubblicamente da Berlino uno «sforzo collettivo internazionale» per il successo delle sanzioni contro l’Iran, in discussione alle Nazioni Unite come strumento per impedire alla Repubblica islamica di dotarsi dell’arma nucleare. «È arrivato il momento delle sanzioni», ha concordato anche il cancelliere tedesco, Angela Merkel (Cdu).