L'Inghilterra pensa a Lippi e Capello

I due tecnici italiani sono in pole position, insieme al portoghese Mourinho, per prendere il posto di McLaren. Il ct inglese esonerato dopo l'eliminazione dall'Europeo

Londra - Eliminazione dagli Europei. Qualfiicazione buttata in casa, con Wembley strapieno, in un'ultima giornata in cui bastava pareggiare con la Croazia. Il 3-2 di ieri sera è costato il posto al già molto discusso Steve McLaren. La Football Association l'ha esonerato da commissario tecnico della nazionale inglese. McClaren, che era subentrato a Sven Goran Eriksson dopo i Mondiali del 2006, paga la mancata qualificazione ai prossimi Europei sancita dalla sconfitta casalinga ieri sera contro la Croazia. Secondo quanto riporta il quotidiano The Guardian, McClaren riceverà una buonuscita di circa 3,5 milioni di euro, mentre la federazione britannica è già al lavoro per trovare il sostituto. Tra i candidati ci sono Josè Mourinho, Martin O'Neill, Fabio Capello e Marcello Lippi.

Delusione "Come tutti i tifosi dell’Inghilterra siamo estremamente delusi per aver fallito la qualificazione a Euro 2008 - ha dichiarato il presidente della Football Association, Geoff Thompson - e sono certo che Steve sia il più deluso di tutti. Sappiamo che non abbiamo il diritto divino di partecipare ai grandi tornei, ma è giusto aspettarsi la qualificazione. Voglio ringraziare Steve per il lavoro svolto da quando ha assunto il ruolo di ct la scorsa estate - ha aggiunto -. La sua dedizione al lavoro non è in discussione e gli faccio i migliori auguri per il futuro. Adesso cominciamo la ricerca del nuovo allenatore, e faremo di tutto per trovare l’uomo giusto per questo lavoro". L’amministratore delegato della federcalcio britannica, Brian Barwick ha confermato che la nazionalità del nuovo ct non costituirà un problema nella ricerca del sostituto di McClaren aprendo, di fatto, le porte all’arrivo di un altro allenatore straniero dopo l’esperienza di Eriksson. Lo stesso Barwick ha poi ammesso che la federazione ha commesso degli errori scegliendo un allenatore come McClaren per guidare l’Inghilterra alla qualificazione ai prossimi Europei.