Dalla lingua al piede ecco quanto vale un corpo da assicurare

AFFARI C’è il produttore di vini che ha tutelato il naso. E la polizza sulla voce di Springsteen

Dopo un naso, una lingua. Papille gustative perfette, almeno per il caffè: così Gennaro Pelliccia, assaggiatore, ha assicurato la sua preziosa arma del mestiere per 11 milioni di euro. In realtà a pagare la polizza presso i Lloyd’s di Londra non è lui, ma la Costa Coffee, catena di caffetterie per cui lavora. Un anno fa era toccato al naso di Ilja Gort, signore del Bordeaux, un ruolo di primo piano fra le stipule dei Lloyd’s: l’olandese, proprietario dello Château de la Garde, ottenne per le sue narici una stima di 5 milioni. Oggi è il turno di Pelliccia, la cui lingua è stata valutata più del doppio. D’altronde è «Master of coffee»: «Grazie ai miei 18 anni di esperienza sono capace di distinguere migliaia di sapori. Le mie papille mi permettono di individuare qualunque difetto». E per Costa Coffee è fondamentale che rimangano intatte: «Così posso garantire la miscela unica del marchio».
Il corpo a volte è anche questo: una garanzia. Lo sono le gambe dei calciatori, come quelle di David Beckham, con un’assicurazione record da 45 milioni, o delle modelle, come quelle chilometriche di Heidi Klum, valutate 1,5 milioni. «Me le hanno esaminate prima di poterle assicurare» ha raccontato la bionda tedesca. E, alla fine, la destra è stata pesata 125mila euro in più: «Perché sul ginocchio sinistro ho una piccola cicatrice». La perfezione si misura e ha un prezzo, soprattutto quando senza non puoi lavorare. Bruce Springsteen ha assicurato la sua voce per 5 milioni: perché senza di lei addio canzoni, dischi, concerti, video e soldi.
Vale la bellezza, come nel caso dei décolleté di Francesca Dellera e Ornella Muti, protetti da polizze da centinaia di migliaia di euro e delle gambe di Mariah Carey (oltre 600mila euro). O il mitico fondoschiena di Jennifer Lopez, che vale mezzo milione. Fra le polizze da record c’è anche quella di America Ferrera, cioè la protagonista di Ugly Betty: nel telefilm l’attrice porta l’apparecchio ai denti, ma nella realtà il suo sorriso è coperto per oltre sei milioni. Claudia Schiffer, indecisa su che parte scegliere, ha assicurato tutta se stessa, per 3 milioni.
A Hollywood però vale tutto, le celebrità lanciano qualunque moda e il loro conto in banca non è da comuni mortali. La lingua di Gennaro Pelliccia com’è finita nell’Olimpo? E come ha ottenuto una stima quasi dieci volte quella delle gambe stratosferiche di Heidi Klum?
I Lloyd’s non si fanno incantare. La società che ha fatto da intermediaria di solito si occupa di proteggere i carichi delle compagnie navali e minerarie. Costa Coffee vuole aprire cento nuove caffetterie, i conti sono tutti all’attivo. Le papille di Pelliccia valgono, e vanno protette. Anche l’assaggiatore, però, non deve sgarrare: niente bevande calde e, nei giorni prima di gustare una miscela, curry e cibi piccanti sono proibiti. Altrimenti i Lloyd’s non pagano.