Linkedin, sprint dei profitti Utenti oltre i 100 milioni

Continua a crescere Linkedin. Nel secondo trimestre il social network che si è quotato a Wall Street lo scorso maggio ha visto crescere i profitti del 5,1% grazie al buon aumento del giro d’affari e degli utenti (+61% a 115,8 milioni mentre i contatti unici sono aumentati dell’83% a 81,8 milioni). La società ha riportato profitti per 4,5 milioni di dollari, 4 centesimi per azione, dai 4,3 milioni di dollari, 2 centesimi per azione, dello stesso periodo dell’anno scorso. Il giro d’affari netto è più che raddoppiato da 54,9 a 121 milioni di dollari. Gli analisti attendevano perdite per 3 centesimi per azione, su un giro d’affari di 105 milioni. Linkedin, che ha sede a Palo Alto nella mitica Silicon Valley californiana, è un servizio di social network che, a differenza di Facebook dedicato agli utenti consumer si rivolge maggiormente a quelli professionali. Una dimensione diversa rispetto agli oltre 700 milioni di iscritti di Facebook ma di successo. Linkedin può infatti contare ora su 115 milioni di utenti ed è presente in oltre 200 Paesi con un ritmo di crescita elevato. Il 56% degli iscritti risiede inoltre fuori dagli Stati Uniti. Ma non c’è dubbio che siano Usa, India, Regno Unito e Brasile i Paesi col maggior numero di clienti. Gli utenti europei sono oltre 22 milioni gran parte dei quali in Olanda, Francia e Italia.