L'intercettazione: "Colpiremo il De Gaulle"

Il testo di una conversazione del 14 dicembre intercettata tra Bassam Ayachi (A) e
Raphael Gendron (G). Secondo gli inquirenti i due presunti leader di al Qaeda in Europa avrebbero pianificato alcuni attentati da compiere all'aeroporto De Gaulle di Parigi 

Bari - È "inquietante" - secondo la procura di Bari - il contenuto di un’intercettazione captata nel carcere di Bari tra Bassam Ayachi (A) e Raphael Gendron (G), i due presunti leader della rete di Al Qaida in Europa ai quali stamattina la polizia ha notificato ordinanze di custodia cautelare. La conversazione intercettata è del 14 dicembre 2008. Questa la parte del testo ritenuto «piuttosto inquietante» che farebbe riferimento ad attentati da compiere all’aeroporto internazionale Charles De Gaulle di Parigi:

G: ...bisogna cambiare posto...
A:...Parigi...
G:...ci sarà di più...
A:...e ce ne andiamo...uno solo...
G:...devi andare via...
A:...per Dio...
G:...lo possiamo fare...
A:...o tutto o niente...e che facciamo...se l’altro combatte... G:...colpiamo...lo faremo...saremo dappertutto...
A:...ma certo che si...
G:...allora, veloci...
A:...faccio l’aereo...colpire il maestro...
G:...colpirò De Gaulle...
A:...colpiamo lì...
G:...allarghiamo...è tutto...
A:...la sera...quando saranno tante persone...
G:...io ho fatto l’indagine...forse vuoi ritirarti...
A:...c’è solo questo per la pace...