Linus vince la scommessa: 7mila in corsa con Deejay

(...) a rispettare, nemmeno con l’inganno. È ormai il quarto anno che i Medusa aggiungono pepe a questa giornata di divertimento nata dall’unione tra la passione di Linus per il running e la competenza tecnica del dottor Gabriele Rosa.
Così il dj «malato di corsa» aveva presentato l’appuntamento: «Segnatevi questi due numeri, 5 e 10. Sono i chilometri della Deejay Five (se le vostre gambe sono troppo giovani, vecchie o poco allenate) e della Deejay Ten, la 10 km più veloce d’Italia. Ma sono anche la data da segnare sul vostro quadernetto, 5/10 come cinque di ottobre, la domenica della quarta edizione della Deejay Ten». Evidentemente a segnarsi la data sono stati in parecchi, visto che la gara ha riunito oltre 7mila persone. «Mi sono quasi emozionato - ammette Linus - nel vedere quanti hanno partecipato al di là del gruppo degli habitué della corsa». Non solo una competizione di alto livello tecnico dunque, ma soprattutto una festa per le famiglie che si snoda attorno all’Ippodromo, raggiunge il parco di Trenno, e si conclude davanti allo stadio di San Siro. «Un modo per far capire che la corsa non è solo roba da fissati», dice il direttore di Radio Deejay.
Da segnalare la presenza dell’assessore allo Sport e Tempo libero, Giovanni Terzi, che ha ricambiato la partecipazione di Linus ai festeggiamenti per il suo matrimonio, venerdì scorso, e ha promesso collaborazione per il prossimo anno. Il rischio infatti è che la grande partecipazione costringa a introdurre il numero chiuso, a meno che il Comune non partecipi attivamente all’organizzazione. Nel 2009 ci sarà anche un’edizione romana, forse in primavera. «Ero dubbioso perché vorrei che la corsa rimanesse un hobby - ha spiegato Linus - ma tanto successo mi ha convinto».