Lions Premio San Lorenzo al luminare Grimaldi

«In questa vita è ancora importante credere in valori assoluti: quelli della libertà, della dignità e del rispetto per gli altri». A dirlo è Giuseppe Grimaldi, insignito giovedì sera del prestigioso premio San Lorenzo nelle suggestiva cornice di Palazzo della Torre a Quarto.
Neuropsichiatra conosciuto in tutto il mondo, due lauree honoris causa in discipline scientifiche, Cavaliere di Gran Croce della Repubblica Italiana, presidente internazionale emerito dei Lions e rappresentante di questi all'Onu, Grimaldi è stato premiato dal Lions Club Genova San Lorenzo presieduto da Giovanni Battista Ponte per il suo grande impegno nel portare nel mondo i valori più nobili del nostro Paese.
Un' esempio di impegno e di generosità, la stessa simboleggiata dal premio conferito, una targa raffigurante il Santo nell'atto di distribuire le elemosine della Chiesa Romana tratta da un'opera del Beato Angelico. Un messaggio di solidarietà e prodigalità che continua nell'opera dei Lions, associazione umanitaria fondata nel 1917 con lo scopo di servire la comunità dando il proprio contributo volontario al mondo, in prima linea ovunque sia necessario, dall'Africa del terzo mondo all'Abruzzo terremotato e al cui fondatore Melvin Jones Genova dedicherà il prossimo 23 giugno dei giardini in Piazza della Vittoria alla presenza del Sindaco Vincenzi. «Dobbiamo fare in modo che i nostri figli, ripensando al passato, siano orgogliosi dei propri padri» ha spiegato G.B Ponte, che nel corso della serata ha conferito il titolo di socio onorario del Club all'onorevole .