«Da Lippi parole ingenerose»

«Mediaset non fa tv spazzatura»: la direzione Risorse artistiche dell'azienda respinge al mittente le accuse rivolte da Claudio Lippi a Buona domenica nel motivare la sua decisione di abbandonare la trasmissione. Il presentatore aveva giudicato trash soprattutto la parte dei ring dove si azzuffano giornalisti e personaggi tv. Mediaset ricorda che il presentatore è stato quest'anno l'unico confermato del cast precedente ed è stato inserito anche nella squadra degli autori, partecipando così alla costruzione del programma, e si rammarica del fatto che Lippi non abbia espresso il suo dissenso «in forme più costruttive». «Naturalmente - dice la nota di Mediaset ricordando le dichiarazioni “ingenerose” fatte da Lippi - respingiamo l'accusa di perseguire la cosiddetta tv spazzatura, etichetta a pronta presa spesso utilizzata per nascondere altro tipo di disagi malgrado, in questo caso, ci siano stati ripetuti contatti con le strutture aziendali preposte. Auguriamo a Claudio Lippi di ritrovare al più presto la serenità per proseguire il suo cammino professionale. E, prendendo atto della diversità di vedute di Lippi rispetto a tutta la squadra degli autori, non possiamo non rammaricarci del fatto che, dopo 28 anni di collaborazione con l'azienda l'artista abbia espresso in tal modo il proprio dissenso senza cercare forme più costruttive per manifestarlo».