Liquori afrodisiaci dal Tirolo per riavere il Genoa in ritiro

I rossoblù tornano a Neustift dal 16 al 29 luglio. Poi ad Acqui

Giovanni Porcella

Hanno persino donato delle bottigliette di liquore al latte di capra che pare abbiano indicibili poteri afrosidiaci. Insomma, i tirolesi di Neustift non hanno lasciato nulla d’intentato per riportare in Austria per la seconda volta consecutiva il Genoa. In fondo è un affare. Lo è stato l’anno scorso con il Grifone in C con oltre un migliaio di turisti, lo sarà ancora di più questa volta visto che è stata colta la promozione in B. L’obiettivo è superare le 1500 presenze in un comprensorio verde smeraldo, paesaggi alla Heidi, con aria fresca e ottime varietà alimentari. L’appuntamento per il ritiro rossoblù si svolgerà dal 16 al 29 luglio poi la squadra tornerà in Italia e proseguirà la preparazione ad Acqui Terme.
Come hanno spiegato il direttore dell’ente turistico della valle dello Stubaital Franz Holzknecht e il direttore dell'ente turistico Gerhard Schopf «Voleva venire da noi la Lazio, ma abbiamo preferito il Genoa perché ha un seguito eccezionale. Dopo un giorno dal successo agli spareggi abbiamo ricevuto quasi duecento prenotazioni. Siamo contenti. Non importa la categoria e poi il Genoa è da serie A».
Soddisfatto anche il genovese e genoano Aldo Sacco dell’Elvy Tour vero organizzatore del ritiro. «I tifosi hanno risposto e hanno dimostrato di gradire l’ospitalità tirolese». Ci sono poi le promozioni: pacchetti da 200 euro con biglietti unici per trasporti, feste ed altre sorprese. Il campo d’allenamento è stato rifatto, mentre le altre strutture sono già all’avanguardia.
Due le amichevoli che verranno giocate dal Grifone, la prima il 22 contro una rappresentativa locale, l’altra ancora da definire qualche giorno dopo. Intanto l’amministratore delegato Alessandro Zarbano che ha rappresentato la società rossoblù d fronte ai rappresentanti austriaci ha dribblato le domande sul mercato e soprattutto sul nuovo allenatore Giampiero Gasperini. «Presto tornerà a Genova il presidente Enrico Preziosi che affronterà tutti i temi che sono sul tappeto». Nei prossimi giorni verrà ufficiliazzato l’addio a Giovanni Valvassori e l’ingaggio di Gasperini. Giovedì è stata convocata l’assemblea dei soci che avrà come punto principale la ricapitalizzazione della società, vincolo al quale Preziosi non si è mai sottratto. E il numero uno rossoblù è già scatenato sul mercato. Juric, Milanetto, Bega, Noverino, Paci sono già stati acquistati si punta sugli attaccanti Fava, Adailton e con un sogno che di chiama Marco Di Vaio.
Intanto la Fondazione Genoa 1893 ha un nuovo logo, che d’ora in poi segnerà tutte le attività di questa nuova realtà della galassia genoana. Il logo evidenzia la centralità del Grifone, dorato, come la stella che rappresenta il sogno di ogni genoano, sormontata da una rossa croce di San Giorgio e affiancato da una cornice blu.