L'Iran non si ferma sul nucleare

Teheran - L'Iran ha ribadito oggi che non sospenderà l'arricchimento dell'uranio, nonostante ieri a Londra le grandi potenze si siano accordate per lavorare a una nuova risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell'Onu nei confronti di Teheran. "Ogni richiesta di sospensione è illegale e illegittima e non verrà mai accettata", ha affermato il ministro degli Esteri, Manuchehr Mottaki, citato dall'agenzia ufficiale Irna. "L'Iran non intende ignorare il diritto del suo popolo ad avere una tecnologia nucleare pacifica", ha aggiunto il capo della diplomazia di Teheran. Il Consiglio di Sicurezza, con la risoluzione 1737 approvata il 23 dicembre scorso, aveva introdotto prime, simboliche sanzioni contro la Repubblica islamica e le aveva dato altri 60 giorni per sospendere l'arricchimento. Il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad ha definito "carta straccia" la risoluzione e la Repubblica islamica, lungi dall'accettare la richiesta di sospensione, ha accelerato le attività di arricchimento.