Lirica a teatro «Tosca» sbarca al San Babila

Prosegue con la Tosca, la stagione lirica del Teatro San Babila di Gennaro D’Avanzo, che da un paio di stagioni ha inserito nel tradizionale cartellone di prosa, titoli d’opera e di operetta. Azione meritoria pur con mezzi modesti, comunque in grado di avvicinare al melodramma chi si sentirebbe intimidito a varcare i sacri portoni dell Scala. Anche per questioni economiche. Con prezzi che oscillano tra i 18 e i 35 euro, il San Babila propone dal 2 al 5 febbraio cinque recite dell’opera, sabato è previsto anche il matinee, che Giacomo Puccini trasse da un dramma di Victorien Sardou, con il libretto di Illica e Giacosa. Nel ruolo della cantante Floria, si alterneranno Olga Kuzmicheva (2 e 4 alle 20.30) e Paola Sanguinetti (3 e 5) e Oliviera Mercurio (4 alle 15.30). I panni di Cavaradossi saranno vestiti Davide Righieschi e Nentchev (solo per il matinee) mentre Carlo Morini sarà Scarpia, Daniele Cusari Angelotti e un carceriere, Mario Vicari, Spoletta, Andrea Del Conte Sciarrone, Mariacarla Baldi, un pastore e Antonio Russo, il sagrestano. Il maestro Roberto Gianola dirigerà l’orchestra Sinfolario e la Corale Lirica Ambrosiana, mentre la regia sarà curata da Luisa Olivan. Il cartellone musicale verrà completato dall’opera Rigoletto, dal 3 al 6 maggio, e dalle operette La Duchessa del Bal Tabarin, dal 1° al 4 marzo, Acqua Cheta, dal 29 marzo al 1° aprile, e Il Ballo al Savoy, dal 31 maggio al 3 giugno.