«La lista Storace sostiene i cittadini nella lotta alle complanari dell’A24»

«La Lista Storace è a fianco dei cittadini di Colli Aniene contrari alla realizzazione delle complanari al tratto urbano dell’autostrada A24, dalla tangenziale est al raccordo anulare, nel V Municipio di Roma». È quanto ha dichiarato il capogruppo della Lista Storace alla Pisana, Fabio Desideri. Il progetto comunale prevede la realizzazione di due strade, a tre corsie per ogni senso di marcia, parallelamente al percorso della A24, con l’obiettivo di separare il traffico di lunga percorrenza dalla viabilità locale e di inserire sedi dedicate al trasporto pubblico veloce. L’opera è stata richiesta dal Comune di Roma all’Anas in alternativa alla soluzione, frutto di una precedente convenzione tra Anas e «Strada dei Parchi» (ente concessionario dell’autostrada), che prevedeva la costruzione della terza corsia nel tratto urbano della A-24. «La realizzazione dell’opera - spiega Desideri - provocherebbe una serie di problemi ai cittadini che vedrebbero peggiorare la loro qualità della vita. Una delle complanari, infatti, sarebbe troppo vicina alle abitazioni di Colli Aniene, che tuttora si affacciano sull’autostrada. Si teme anche per la stabilità dei fabbricati, già oggetto di lavori di consolidamento strutturale per il cedimento del terreno. Esiste poi un rischio idrogeologico da tener presente in maniera seria, perché l’arteria andrebbe a rompere un delicato equilibrio creatosi nel tempo». «Le complanari - ha aggiunto Desideri - vanificherebbero tutti gli sforzi economici sostenuti dagli abitanti del quartiere Colli Aniene per realizzare spazi verdi attrezzati e soprattutto per mantenerli fruibili. Inoltre, aumenterebbero i livelli di inquinamento acustico, nonostante la presenza di pannelli fonoassorbenti, e atmosferico, causando un ulteriore deprezzamento degli immobili». Il comitato Colli Aniene, contrario alla realizzazione dell’opera, ha invitato le istituzioni a trovare una soluzione che escluda il tratto urbano che va dal cavalcavia di Tor Cervara fino alla Palmiro Togliatti, direzione centro. Il V municipio si è pronunciato contro la complanare.