Liste civiche, tensione tra Prodi e Margherita

Roma. È tensione tra Romano Prodi e Francesco Rutelli sulla questione delle liste civiche. Alla fine dovrebbe essere presentata solo quella friulana. Secondo fonti dei Ds e della Margherita, il vertice a tre tra il Professore, il leader dei Dl e Piero Fassino di giovedì si era chiuso con un accordo per presentare la lista sponsorizzata da Riccardo Illy in Friuli. Ieri mattina, invece, Prodi avrebbe chiamato il presidente della Margherita per tornare sull’argomento, insistendo sull’opportunità di presentare più liste, soprattutto al Senato. Rutelli non avrebbe per nulla gradito, minacciando di non apparentarsi con la coalizione e avrebbero chiesto il sostegno dei Ds. La Quercia, avrebbe invece cercato di mediare, convincendo Rutelli a dare il via libera alla lista Illy e di porre un veto su altri «cespugli». Ma il coordinatore nazionale del movimento Roberto Alagna non ci sta: «Mi sembra davvero strano che a Prodi non risulti che ci siano altre liste civiche in fermento oltre quella del Friuli Venezia Giulia. Domani a Roma faremo il punto sulla nostra strategia».