A listino da 28mila a 31.250 euro, se nella versione con trazione integrale. I cavalli: 200

BarcellonaUna cinquantina di anni fa gli ingegneri di Nissan ebbero un'idea per rivitalizzare le vendite nel comparto sportivo: inserire un motore potente in una «tranquilla» berlina giapponese. Capirono di trovarsi di fronte a un prodotto sensazionale e ne realizzarono 100 esemplari omologabili da competizione, secondo le severe norme vigenti in Giappone.
L'intuizione di questi brillanti ingegneri ha portato alla nascita di una leggenda: la Skiline; questa vettura è la prima espressione dello spirito Nismo.
Nel susseguirsi degli anni, Nissan ha trionfato con il modello Gt-r R32, vettura a trazione integrale che si è affermata nel campionato giapponese e anche in quello europeo. Molti giovani appassionati di videogame conoscono già lo spirito Nismo, protagonista del celebre gioco Gran Turismo di Sony.
Passando dal mondo «virtuale» a quello reale, Juke è il modello scelto per lanciare la prima Nismo in Europa. Con le sue caratteristiche da piccolo Suv e doti aerodinamiche che ne garantiscono grande divertimento alla guida, Juke ha venduto dal lancio, nel 2010, oltre 330mila unità, di cui 290mila solo in Europa, sbaragliando l'agguerrita concorrenza, in particolare quella di Audi A1. È sulla base di questa storia di successo che che si fonda la scelta di iniettare le esperienze tecniche e di design di Nismo su questo modello.
La versione Nismo presenta sostanziali differenze dal modello normale: per il frontale si nota subito che è stato notevolmente ribassato e ha assunto un aspetto più aggressivo; al posto dei fendinebbia, che vengono integrati, ora c'è una sottile striscia di luci diurne led sulla cornice superiore di due inedite prese d'aria.
La griglia del paraurti è bordata, in alto, da un filo rosso che prosegue lungo le minigonne laterali per esaltare il carattere sportivo. I passaruota anteriori sono stati allargati per rendere la vettura più «muscolosa» e i retrovisori esterni hanno la calotte rossa per segnalare che questa Juke è un modello speciale. Nuovi anche i cerchi in lega da 18” che sfoggiano un design diamantato a 10 razze gemelle, in antracite scura, che calzano pneumatici a battistrada largo per migliorare prestazione e aderenza in curva.
La vettura, internamente, presenta sedili anteriori Alcantara con maggior sostegno laterale, e propongono inserti in camoscio con cuciture ben in vista che riprendono il filo rosso della carrozzeria esterna. Il rosso fa anche da sfondo al contagiri e compare sul volante in pelle.
Per quanto rigurda l'aspetto tecnologico, bisogna innanzitutto premettere che questo modello, per le sue prestazioni sportive ha subito modifiche alle sospensioni, attraverso la regolazione degli ammortizatori, a beneficio del maggior controllo e della rigidità, e la regolazione dello sterzo a vantaggio di una risposta più pronta.
Sotto il cofano c'è una rivisitazione del 4 cilindri a benzina 1.6 turbo a iniezione diretta, la potenza sale da 190 a 200 cv e lo sprint 0-100 avvienein 7,8 secondi. Juke Nismo è offerta con un listino che va da 28mila euro (versione 2wd) e 31.250 (4wd).
Per l'Italia inizialmente ne vengono prodotti solo 500 esemplari, unicamente nella tinta di carrozzeria White Pearl, e con la dotazione di gamma Top che comprende anche un sistema di navigazione Connect con schermo da 5,8 pollici e i migliori servizi di connessione (come, ad esempio, Google search). Le venditesono iniziate da poco. Nissan Juke è la capostipite della gamma Nismo, destinata ad ampliarsi sempre più.
I primi modelli che si affiancheranno saranno la 370Z e, per il prossimo anno, una Juke Nismo in fase di preparazione con ben oltre i 350 cavalli di potenza.