L'Istituto Vaccari apre in «Bibliobar», gestito da disabili e aperto al pubblico

Nel quartiere romano Prati inaugurato il caffè letterario, con bar e biblioteca. Ospiti al primo incontro del ciclo «Quanto la cultura ...è terapia, Corrado Calabrò, Serena Dandini, il professorDerrick de Kerckhove ed Enrica Bonaccorti.

Un bar che è anche biblioteca di quartiere, un caffè letterario, uno spazio d'incontro aperto al pubblico e un'occasione per fare della cultura una terapia.
Il Bibliobar che è stato inauguerato in questi giorni nel quartiere Prati di Roma è tutto questo e anche di più.
Anche una sfida nel segno della cultura. Perchè sarà gestito dagli ospiti dell'Istituto «Leonarda Vaccari», che si occupa da settanta anni della rieducazione, della riabilitazione e del reinserimento di persone con disabilità.
Sarà aperto al quartiere dalle 9 alle 16, si potranno prendere in prestito libri e verranno organizzati incontri culturali
Lo spazio ha tanti tavolini sistemati in un cortile a triangolo, tra scaffali pieni di libri, ha come soffitto il cielo di Roma, almeno finché la stagione lo consente. Poi una tensostruttura coprirà il dehors, rendendolo praticabile anche in inverno.
Per l'inaugurazione del Bibliobar di viale Angelico si sono dati appuntamento in tanti, sostenitori dell'iniziativa, invitati dall'attivissima presidentessa dell'Istituto, Saveria Dandini de Sylva, nipote della fondatrice.
«La nostra è una rivoluzione culturale - spiega la presidente Saveria Dandini de Sylva - per coinvolgere la società e ribaltare la prospettiva per cui sono le persone disabili a doversi "integrare. Abbiamo formato i ragazzi sia come bibliotecari che come barman e raccolto i libri dalle nostre librerie per creare un nuovo punto d'incontro nel quartiere che possa accogliere, ad esempio, gli anziani, ma non solo».
Tutti gli ospiti hanno assistito e partecipato all' incontro-dibattito sul tema «Quando la cultura è terapia», tra protagonisti del mondo intellettuale, dello spettacolo e dell'imprenditoria.
C'erano Derrick de Kerckhove , uno dei maggiori studiosi mondiali di comunicazione e nuove tecnologie, Corrado Calabrò presidente dell'Autorità di Garanzia per le Telecomunicazioni, ma anche apprezzato autore di poesie, Serena Dandini, sorella di Saveria, presentatrice tv e autrice di un singolare best seller sui giardini e ,nel ruolo di moderatrice, la nota conduttrice Rai Enrica Bonaccorti.
Il dibattito che segna la nascita del Bibliobar sarà il primo di una serie di appuntamenti organizzati per il progetto «Le vie dell'Integrazione», che l'Istituto «Leonarda Vaccari» sta realizzando con l'aiuto della Fondazione BNC e di tutte le persone che conoscono ed hanno a cuore l'attività svolta dal Centro in favore delle persone con disabilità.
L'i s t i t u t o , come dice esattamente la dicitura, «per la rieducazione dei fanciulli minorati psico-fisici» è nato come ente morale nel 1936, nel 1954 ha ottenuto la medaglia d'oro della scuola, della cultura e dell'arte e nel 2007 un'altra medaglia d'oro , questa volta al merito della sanità pubblica.
«Sono molto orgogliosa di ospitare nel municipio un progetto straordinario come questo, che nasce da una struttura d'eccellenza nell'ambito della disabilità - dichiara la presidente del Municipio XVII Antonella De Giusti - E sono certa che il quartiere accoglierà questa iniziativa con grande entusiasmo».